• BLOG

    • Home
    • News
    • INNATA FAT email di commento del ns. biker Leo

Blog

INNATA FAT email di commento del ns. biker Leo

Ciao, avrai sicuramente visto il post che ho messo su fb condito da foto rubate al servizio di mtbchannel.
Agli usufruitori di fb non interessano i particolari, non hanno tempo da perdere, ma ad un produttore può interessare l’opinione del ciclista medio.
Ti ho già accennato che un paio di mesi fà ho avuto la fortuna di provare una Moustaches da enduro e sinceramente me ne sono un pó innamorato. ovvio, io vengo dal gravity e per me io divertimento è in discesa, e non mi interessa il tempo impiegato.
Torniamo a noi.
FAT? lasciamola sui terreni per i quali è nata, neve e sabbia e per pendenze non estreme, ma a voi la chiedono e gliela dovete dare.
Per la gestione ciclistica la ritengo difficile da “domare” sui nostri sentieri se la si porta a velocità sostenute, in gara ho faticato a tenerla in strada, nonostante sia abituato a girare con bici rigide, uso una ciclocross in alluminio ed una 27.5 rigida da enduro Nukeproof.
La trasmissione l’ho trovata pesante perchè rapportata troppo lunga. su terreni con pendenze medie può andare, neve e sabbia non saranno mai estremi. ma per poterla utilizzare sulle nostre montagne ha bisogno di rapporti più corti, e magari poter montare una doppia all’anteriore in maniera di demoltiplicare lo sforzo.
I freni, meccanici in caso di utilizzo invernale ed al gelo, ma da noi fino ai -10 vanno bene gli idraulici. non stancano le dita in frenata prolungata.
Il motore, bisogna imparare ad usarlo. nelle staccate impegnative, mi capitava spesso di arrivare lungo perchè guidando come con una bici normale, aspettavo a frenare e togliere il peso dal pedale, che restava puntato e teneva in tiro il motore. però si può imparare a girare indietro i pedali in prossimità di una curva o su discesa sconnessa.
La 691 (si chiama così la smilza vero?), mi ha fatto divertire. leggera, maneggevole, staccava bene in curva, ed in uscita ha una progressione continua. la maggiore rapportatura dá la possibilità di utilizzo su più terreni. è veloce, ma si arrampica dappertutto. con la fat su un paio di salite, nonostante la rincorsa non riuscivo ad arrivare oltre la metà del tratto. con la 691, invece ho voluto provare a fermarmi a metà salita e ripartire da fermo. bene, come se niente fosse sono ripartito ed arrivato in cima.
Un mio pensiero sulla e-bike. a me non serve lo spunto dei 35/45km orari. i 25 bastano ed avanzano. a me servirebbe maggior autonomia per poter allungare il tempo dell’uscita. e magari la possibilita di ricarica anche parziale durante la discesa, come se ci fosse una dinamo per la ricarica della batteria.
Ora basta, dovevano essere 2 parole, ne ho fatte 10 o 11.
Vi ringrazio dell’opportunità che mi avete data, e se vi serve qualcuno che vi testi delle bici da enduro, eccomi sono pronto per voi.
ciao, leo

EnglishItaly

This site uses cookies to improve your navigation experience. More information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close